Rivestimenti a cappotto di facciate - Coibentazioni - Voci di Capitolato

Coibentazioni

RIVESTIMENTI A CAPPOTTO DI FACCIATE

 



VOCE DI CAPITOLATO
Rivestimento a cappotto a mezzo applicazione di un pannello di polistirene espanso sintetizzato autoestinguente densità 30 Kg/mq direttamente sul muro, previa eventuale sistemazione del sottofondo allettato con miscele di resine tipo Chimicement 31 ed aggiunta di cemento con consumi di 3 Kg/mq. Successiva apposizione di rete sintetica 300 g/mq fissata con chiodi di plastica in ragione di 5/mq, rifinita con intonaco plastico non screpolante tipo Chimicement 31 Classic spessore di 3 mm minimo per un peso di 4 Kg/mq. A finitura del sistema, applicazione di una vernice nylonacrilica, impermeabile ma traspirante al vapore, tipo Poligum 100 Bis.

 

DESCRIZIONE DELLE FASI LAVORATIVE

  • Il rivestimento a cappotto può essere applicato su qualsiasi tipo di superficie; il fondo, dove necessita, deve essere convenientemente preparato in modo che l'allettamento dei pannelli risulti essere dritto, livellato e a piombo.
  • Bagnatura abbondante delle superfici e spazzolatura di quelle che risultano essere sporche e polverose.
  • Applicazione di pannelli in polistirene espanso, spessore cm 3, allettati con Chimicement 31 con aggiunta di cemento in ragione di 3 Kg/mq. Tale operazione dovrà essere eseguita con la superficie sottostante ancora umida di acqua, ed il montaggio dei pannelli sarà del tipo a "cortina".
  • Posa di una rete sintetica a maglia mm 10 x 10 filo 1 del peso di 150 g/mq.
  • La rete sarà momentaneamente tenuta in loco con piccole applicazioni di malta Chimicement 31 sovrapponendola per 10 cm su tutti i lati.
  • Successivo ancoraggio meccanico dopo l'applicazione della rete con stop di plastica in ragione di n. 5/mq, inseriti a pressione.
  • Rivestimento elastico impermeabile non screpolante tipo Chimicement 31 nello spessore di 3 mm con consumi di 4 Kg/mq.
  • Rivestimento di finitura costituito da una vernice resinosa, elastica, nylon acrilica con allungamento alla rottura almeno del 70%, impermeabile all'acqua ma traspirante al vapore, tipo Poligum 100 Bis, dato in due mani in ragione di 500 g/mq.
  • Gli spigoli, gli angoli e l'ultima parte terminale saranno trattati, prima di eseguire l'intonacatura e quindi sulla rete, con strisce di vetroresina della lunghezza di cm 20-25, impregnate con resina per vetroresina elastica tipo Poligum 10 - 10 Bis in due mani, fermo restando che nelle parti basse esposte e soggette ad urti accidentali verrà montato anche il paraspigoli che dovrà essere zincato o in plastica.
  • Nelle parti basse soggette ad urti per una altezza di circa 150 cm, sarà eseguita una doppia lavorazione come già descritto, escluso il montaggio del pannello coibente.

 

Queste le caratteristiche dei prodotti:

  • Il materiale coibente deve corrispondere alla normativa UNI 7819 e foglio di aggiornamento FA/92 tipo stiropiuma 1.1. P autoestinguente;
  • resistenza alla compressione 1,80 Kg/cmq;
  • conducibilità termica pari a 0,031;
  • stabilità dimensionale vicina allo 0, massimo 2.

 

Il materiale del rivestimento a spessore deve essere:

  • ininfiammabile
  • antigelivo
  • non sfarinante
  • resistente alla compressione di 300 Kg/cmq, tipo Chimicement 31.

 

Alla prova della biglia metallica tonda Joules del peso di 500 gr lasciata cadere da 1 mt è ammessa la sola ammaccatura con un diametro max di 2,5 cm e con danno limitato alla zona colpita (non verranno ammesse lesioni circostanti). Il materiale di finitura dovrà risultare permeabile al vapore secondo la normativa DIN 526/5.

 

La rete di tenuta avrà le seguenti caratteristiche: Larghezza maglia 5x5 circa 100% di fibra di vetro tessile con resistenza alla trazione longitudinale di Kg 240 (rottura) e resistenza alla trazione trasversale di Kg 320 (rottura). Peso 300 g/mq.